Catégories
Traduire
    Traduire depuis:

    Traduire vers:

Pour nous suivre:
  • RSS Feed
  • Subscribe via Email
Partager/Marquer
expatriation

Dedalo di Isola Maggiore : 11) sentiero di San Leonardo

.

.

Incrocio della strada di San Salvatore con la strada Panoramica ovest e il sentiero di San Leonardo

.

Articolo già pubblicato in francese con altre foto.

Questa traduzione è stata fatta da Stefano GRECO.

.

Sua moglie, la signora Monica PIAZZESI, è una nativa dell’Isola Maggiore a cui sono entrambi fortemente impegnati.

Stefano ha già fatto diverse traduzioni di « pensieri » di questo blog.

.

************************************************

.

In  questa mini serie, potrete scoprire comodamente tutti i sentieri di Isola  Maggiore, le loro caratteristiche, i loro vantaggi e i loro svantaggi.

.

Per leggere la  lista completa degli articoli già pubblicati in questa serie, andate sulla  colonna a sinistra, cliccate su « Categorie » e selezionate  « Sentieri dell’isola ».

.

Speriamo che ci vi  aiuti nel vostro girovagare sull’isola…

.

************************************************

.

.

Sentiero di San  Leonardo

.

.

Mappa dell'Isola con evidenziato il sentiero di San Leonardo

.

Click below to continue – Clicca sotto per il seguito – Cliquez ci-dessous pour la suite

.

.

È  il sentiero che parte dalla strada di San Salvatore e permette di raggiungere le rovine della Chiesa di San Leonardo, costruita nel 1421.

.

Rovine della Chiesa di San Leonardo, foto scattata a marzo 2011

 .

Un tempo, questo sentiero proseguiva verso l’alto oltre la Chiesa di San Leonardo e risaliva fino alla Chiesa di San Michele Arcangelo.

Oggi, la natura si  è ripresa il proprio spazio e questa seconda parte del sentiero non è più  praticabile.

Trovate questa precisazione anche nella descrizione dell’arrivo alla sommità della strada di San Michele Arcangelo.

.

Posizionarsi « nel tempo e nello spazio »

.

Ai tempi del suo  maggior sviluppo demografico, su Isola Maggiore c’erano due strade;  la  prima è quella che poi è diventata l’attuale via Guglielmi, la seconda si trovava  più indietro e si chiamava, per una ragione non conosciuta, la « via delle donne »  o la « via delle spose ».

E’ dall’estremità sud di questa seconda strada che  saliva un altro sentiero (quello che vi presentiamo qui) verso la Chiesa di San
Leonardo, prima di raggiungere la Chiesa di San Michele Arcangelo.

L’illustrazione qui  sotto permette di comprendere meglio come la Chiesa di San Leonardo fosse  integrata nella vita della comunità.

 .

Ricostruzioni del villaggio di Isola Maggiore nella prima metà del 16.mo secolo (copyright : Donato Spedaliere)

Illustrazione  proveniente dall’opera « Isola Museo »

scritta da Ermanno Gambini e  Mirko Santanicchia e illustrato da Donato Spedaliere.

.

Descrizione  generale

.

Il  sentiero parte circa a metà della strada di San Salvatore, in corrispondenza dell’incrocio di questa con la strada panoramica ovest.

Si vede bene alla prima foto di questo articolo.

.

Punto di partenza del sentiero di Sa Leonardo.

 

Questo sentiero è molto breve perché copre appena  66 metri.

Purtroppo,  non viene più adeguatamente curato e sta tornando lentamente al suo stato  selvatico.

.

l'inizio del sentiero illude.

.

Proseguendo, sembra sempre meno un sentiero.

.

Sarebbe difficile percorrerlo per esempio con un passeggino

.

 E all’arrivo…

.

Qui diventa veramente un bosco !

Paragonate la prima foto dell’articolo, scattata a marzo,  con quella qui sotto, scattata a luglio

.

A pochi metri appena dall'arrivo, si scorge a malapena il profilo delle rovine (a luglio).

.

E, in questo periodo dell'anno, le rovine sono soffocate dalla vegetazione (a luglio).

.

Punto di vista

.

Con le spalle alle rovine, si ha una bella vista del pontile di Isola Maggiore (Traghetti).

.

In primo piano, il pontile di Isola Maggiore, sullo sfondo (a marzo 2011)

.

Stessa foto del pontile scattata con il tele obiettivo (a luglio)

 .

Per tornare?

.

E’ un gioco da ragazzi: l’unica possibilità è fare dietro front e riprendere il sentiero al contrario.

.

.

Grazie mille a Stefano !

.

.

Les commentaires sont fermés.